Oliviero Toscani, Matteo Salvini picchia duro dopo il licenziamento da Benetton: “Non disturbiamo…”


Una giornata da dimenticare per Oliviero Toscani. Già, perché il fotografo simbolo della sinistra radical-chic paga carissime le parole, sconvolgenti, sul crollo del Ponte Morandi: “A chi volete che importi un ponte che crolla?”, disse in televisione scandalizzando l’Italia intera. Poi, le scuse in un’intervista a Repubblica. Che però non sono bastate. Infatti, i Benetton hanno deciso di interrompere il rapporto di lavoro con lui: troppa vergogna, anche per loro che erano legati da lunghi e lunghi anni a Toscani. E dopo la notizia della “rescissione” del contratto, ecco piovere anche le parole di Matteo Salvini. Che non parla dell’addio dei Benetton, ma colpisce il fotografo commentando con i giornalisti la manifestazione delle Sardine a Napoli che si terrà a breve: “Le Sardine sono ormai impegnate a fare le foto con Benetton e con Oliviero Toscani – ha premesso sornione il leader della Lega -, quindi non voglio disturbarle dai loro gravosi impegni. Li lascio con loro e io preferisco andare a Vibo Valentia e Reggio Calabria”, ha concluso Salvini.

Leggi anche: Oliviero Toscani, la replica delle famiglie dei morti del Ponte Morandi

Sii il primo a commentare su " Oliviero Toscani, Matteo Salvini picchia duro dopo il licenziamento da Benetton: “Non disturbiamo…” "

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*