CHE COS’È IL SURF?

Il surf rappresenta un altro tipo di sport acquatico che merita una grande resistenza da parte di chi lo pratica e con grande precisione ed equilibrio per raggiungere il compito della propria competizione.
Alessandro Sensitivo ci spiega che il surf è uno sport nato in Oceania come un modo per scivolare tra le onde del mare, in piedi su una tavola che può essere gestita sulla base di un sistema di supporto che ha la tavola e che il Surfista controlla con i piedi.
Ecco perché ha indicato che si tratta di uno sport acquatico che richiede un grande equilibrio e, oltre a ciò, ottime condizioni fisiche da parte dell'atleta per poter affrontare tutto ciò che il mare detiene.
Una delle condizioni più forti di questo sport è quella di avere la capacità fisica di nuotare con la tavola dove si trovano le onde, il che significa che per trovare onde buone devi andare in mare aperto, cioè un grande sforzo fisico per la persona
Il surf implica una buona preparazione fisica e mentale perché le sfide che il mare impone non sono affatto facili, stiamo parlando di colpi da onde enormi, cadute dalla tavola, esposizione del corpo ad alte temperature di freddo, viaggi con pietre che Sono sotto il mare, incontro animali selvatici, insomma una serie di ostacoli che rendono il surfista deve dimostrare capacità e forza per poter praticare il suo sport preferito.
Ora, prestando attenzione al fatto che l'unico strumento utilizzato in questo sport è una tavola, dobbiamo essere consapevoli del fatto che il surf è uno sport puramente bilanciante, e per questo, ore e ore, mesi e mesi, anni devono essere spesi e anni di pratica semplicemente alzandomi sulla tavola con il movimento dell'acqua in mezzo.
Il luogo più popolare per praticare questo sport è in California, dove le spiagge sono completamente strategicamente e naturalmente progettate per svolgere buone competizioni di surf.
D'altra parte, oltre alla tavola da surf, l'atleta ha una muta che protegge il corpo dalle alte temperature, detta muta si chiama neoprene e viene utilizzata solo quando il tempo non è molto favorevole, cioè quando la temperatura L'acqua può produrre ipotermia nella persona, il resto, la maggior parte dei surfisti lo fa in costume da bagno senza molto protocollo.
Tuttavia, il surf è uno sport che ha le sue regole perché è una pratica professionale, osservando che per poterlo svolgere è necessario prima di tutto usare la muta in caso di competizioni, una gamba del surfista deve essere legata in un modo corretto per la corda della tavola, si consiglia di non navigare in mare, cioè non immergersi nella profondità del mare perché può accadere che non vediamo mai più la persona, e infine c'è una bandiera di Spiaggia rossa che dice ai surfisti che non dovrebbero entrare nel mare o che dovrebbero lasciarlo.

Sii il primo a commentare su " CHE COS’È IL SURF? "

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*